Facebooktwittergoogle_pluslinkedintumblrmail

V’informiamo che la visualizzazione della grafica contenuta in quest’articolo non fa di voi degli omosessuali. Se siete etero e vi fa schifo l’immagine che vi proponiamo –un collage di baci ai vari gay pride mondiali-, probabilmente abbiamo fatto bene a pubblicarla. Se invece siete gay e v’ infastidisce quest’immagine, perché ritenete che “non si debba ostentare”, allora abbiamo proprio la certezza di avere fatto bene a pubblicarla. Esiste un’omofobia interiorizzata, che impedisce perfino a gay e lesbiche d’accettare se stessi, per timore del giudizio altrui ed esiste anche, da parte di familiari, conoscenti ed amici, un’omofobia che, ogni anno, uccide migliaia di adolescenti in tutto il  mondo. In Siria e in Iraq, gli integralisti islamici buttano “gli invertiti” giù dai palazzi e dalle rupi. Nei Paesi Occidentali, spesso, il bullismo induce i giovani e le giovani gay al suicidio. Non esiste, in Italia, il reato di omofobia. Insultare, picchiare, assalire un altro essere umano, per via della sua sessualità o delle sue inclinazioni, non è, per la nostra Legge, un’aggravante. Il 17 Maggio si celebra, a partire dal 2007, la Giornata Internazionale contro omofobia, bifobia e transfobia ed è un’occasione per riflettere. La data è stata scelta perché, il 17 Maggio del 1990, l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha rimosso l’omosessualità dalla lista delle malattie mentali. Il cammino da percorrere è ancora lungo e costellato di ostacoli. Oggi, nel 2016, un primo passo è stato compiuto nel nostro Paese con il riconoscimento delle unioni civili, ma non esiste, in Italia il matrimonio egualitario. Esistono ancora associazioni che millantano la possibilità di “guarire gli omosessuali” e non è dunque superfluo ricordare, ancora oggi, che omosessualità e bisessualità non sono malattie, ma semplici espressioni d’identità personali ed orientamenti, momentanei oppure definitivi, come qualsiasi altro aspetto della vita. Condividete amore e consapevolezza. Buona accoglienza e accettazione di voi stesse/i e dell’altro/a da voi, ildiretto.com

noomofobia

Articoli correlati:

Approvata la Legge sulle unioni civili ma per il movimento LGBT è una “festa a metà”

 

Famiglia o formazione sociale?

 

Il rosa è contagioso?

 

http://www.ildiretto.com/wp-content/uploads/2016/05/noomofobia-1024x741.jpghttp://www.ildiretto.com/wp-content/uploads/2016/05/noomofobia-150x150.jpgRedazioneDirettoEventibifobia,cultura,Giornata Mondiale contro l'omofobia,omofobia,OMS,politica,salute,TransfobiaV'informiamo che la visualizzazione della grafica contenuta in quest’articolo non fa di voi degli omosessuali. Se siete etero e vi fa schifo l’immagine che vi proponiamo –un collage di baci ai vari gay pride mondiali-, probabilmente abbiamo fatto bene a pubblicarla. Se invece siete gay e v’ infastidisce quest’immagine,...