Facebooktwittergoogle_pluslinkedintumblrmail

carabinieriI carabinieri di Roma hanno sequestrato diverse gelaterie e pizzerie napoletane, per riciclaggio di denaro.

Già nel 2014, diversi imprenditori campani, conosciuti nell’ambito della ristorazione a Roma, sono stati arrestati, a seguito di un’indagine denominata “Margherita”, che portò al sequestro di diverse pizzerie, situate proprio nel centro della capitale. Ora la storia si ripete. Dietro la pizza napoletana, secondo le indagini dei Carabinieri, si nascondeva il riciclo del denaro sporco, per la camorra e specificatamente per il clan Contini. Un giro d’affari incredibile, gestito in modo illecito, con società prestanome, nate con l’unico scopo di riciclare soldi con provenienza illecita. I Carabinieri di Roma hanno confiscato pertanto, a due anni di distanza dall’ inizio delle indagini, beni per 80 milioni di euro.

http://www.ildiretto.com/wp-content/uploads/2016/05/carabinieri.jpghttp://www.ildiretto.com/wp-content/uploads/2016/05/carabinieri-150x150.jpgRedazioneDirettoInchiestecamorra a Roma,clan Contini,Pizza Napoletana,sequestri camorraI carabinieri di Roma hanno sequestrato diverse gelaterie e pizzerie napoletane, per riciclaggio di denaro. Già nel 2014, diversi imprenditori campani, conosciuti nell’ambito della ristorazione a Roma, sono stati arrestati, a seguito di un’indagine denominata “Margherita”, che portò al sequestro di diverse pizzerie, situate proprio nel centro della capitale. Ora...